Canone rai. Vademecum sulle esenzioni e sugli importi strani

Dal 1° gennaio 2023 il Canone Rai dovrebbe essere estromesso dalla bolletta della luce. Ad oggi la tassa sulla televisione “pubblica” resta in bolletta. Ma esistono delle esenzioni, ossia la possibilità di non pagare il canone RAI e a oggi le categorie che possono non pagarlo sono:

  • Chi non detiene televisori o apparecchi adattabili;
  • Militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente agli apparecchi di uso comune destinati a visione collettiva in ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate. La detenzione di un televisore all’interno di un alloggio privato, anche se situato dentro le strutture militari, non esonera dal pagamento del canone;
  • Militari appartenenti alla Forze Nato, di cittadinanza straniera;
  • Agenti diplomatici e consolari, dei Paesi che in condizione di reciprocità a loro volta esonerino i loro colleghi italiani da eventuali obblighi analoghi;
  • Rivenditori e riparatori TV, che esercitano l’attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva;
  • Imbarcazioni da diporto, purché però non siano adibite all’esercizio di attività commerciali, che determina quindi il pagamento del canone speciale;
  • Radio, collocate esclusivamente presso abitazioni private;
  • Autoradio;
  • Anziani con età pari o superiore a 75 anni e un reddito non superiore agli 8000,00€ annui.

Ricorda che diritto all’esenzione va comunicato entro e non oltre il 31 gennaio!

Progetto finanziato dal Mise, Legge 388/2000 Anno 2021

Se ti è piaciuto, perché non condividerlo?